opening-skew

Torna indietro

masking

Sound(PR)Talks: Intervista con Rosanna del Noce

Le persone al centro del Brand Invincibile: levoluzione della comunicazione aziendale vede i dipendenti sempre più coinvolti per rafforzare la brand identity

Un brand può essere definito “invincibile” quando le persone sentono di far parte di un unico progetto al quale ciascuno contribuisce attivamente al fine di comunicarlo al meglio e farlo conoscere all’esterno in modo autentico.

Per le aziende è tempo di abbandonare la mentalità tradizionale del lifecycle dei dipendenti, concentrandosi piuttosto sugli aspetti che possono influenzare positivamente e concretamente il rapporto con i collaboratori mediante esperienze nel quotidiano, valori e comportamenti che possano migliorare la Brand Identity.

Questa riflessione è alla base del modello Brand Invincibile ideato da Rosanna Del Noce, People & Culture advisor e fondatrice di Recround, una realtà nata per offrire alle organizzazioni l’opportunità di realizzare un moderno ecosistema aziendale incentrato sulla sinergia tra HR, Marketing, Comunicazione e Sales.

Abbiamo intervistato Rosanna per la nostra rubrica SoundPRTalks, arena di discussione e confronto digitale con esperti di settore, con l’obiettivo di offrire uno spaccato sull’importanza di porre le persone al centro di un employee journey che si rinnova costantemente, contribuendo alla creazione della brand identity.

Quali sono le sfide che i brand devono affrontare oggi, sul piano organizzativo e culturale, per sviluppare strategie di comunicazione d’impresa di successo?

La prima grande sfida è quella di dare spazio alla voce e alle idee dei collaboratori, se queste restano chiuse dentro gli stretti ingranaggi aziendali è certo che l’organizzazione sarà destinata a rimanere in silenzio, a perdere ogni touchpoint interattivo con i clienti e con i trend del mercato. Una cultura aziendale caratterizzata dal silenzio organizzativo è semplicemente una realtà che usa i media per replicare le vecchie logiche della “vetrina” e dell’autoreferenzialità del mondo off line.

Le strategie di comunicazione di successo si fondano invece su un ecosistema aziendale dove i collaboratori trovano spazi interattivi capaci di accoglierli, coinvolgerli e ispirarli. In questi spazi sarà più facile attrarre la loro attenzione e mantenere viva la loro partecipazione. Molti clienti mi raccontano spesso di aver investito anche parecchio denaro in progetti di comunicazione che avrebbero dovuto riscuotere l’interesse dei dipendenti e di tanti potenziali candidati. Queste iniziative però deludono le aspettative perché si commette l’errore di mettere in primo piano il brand e in secondo piano l’unicità delle parole e delle esperienze delle persone coinvolte. In pratica seguono le modalità dello spot che, in quanto tale, viene ritenuto poco rappresentativo dai dipendenti e poco credibile dai candidati.

Rosanna Del Noce, People & Culture advisor e fondatrice di Recround

Quanto sono importanti autenticità e coerenza? Che ruolo giocano i dipendenti e come coinvolgerli per creare valore nellera digitale?

Patty McCord, una delle manager più celebri di Netflix, è l’autrice di Powerful: Building a Culture of Freedom and Responsibility. Nel suo libro sostiene che una delle intuizioni più importanti dei manager è quella di dire la verità con rispetto e onestà. Essere autentici e dire alle persone ciò che hanno bisogno di sapere è l’unico modo per assicurarsi che si fidino di te.

Una comunicazione fondata sull’autenticità è in effetti il miglior presupposto per creare una reciprocità di intenti e sviluppare una relazione e una collaborazione gratificante e proficua.

L’era digitale richiede alle aziende di far evolvere la cultura e lo stile di leadership investendo innanzitutto sulle modalità di comunicazione interna, canali che facilitano la sinergia, il knowledge sharing e il purpose sharing.

Il silenzio organizzativo si ripercuote anche sulla qualità della comunicazione on-line e una delle conseguenze più frequenti è rappresentato dal disappunto delle nuove generazioni che abbandonano i brand che provano a copiare il loro linguaggio nel tentativo di attrarre il loro interesse.

Per evitare queste situazioni imbarazzanti è meglio affidarsi ai dipendenti che parlano davvero la loro lingua e sanno come stabilire una vera connessione con persone della loro stessa età. In questo caso si legittima il dipendente a ricoprire il suo ruolo naturale di micro-influencer e si genera una coerenza molto più potente di qualsiasi altra strategia.

Ci fai alcuni esempi di brand che hanno adottato queste strategie in modo virtuoso?

Sì, ci sono tanti esempi di brand che hanno compreso come promuovere una vera cultura digitale e che utilizzano i social per comunicare con spontaneità.

WeAreNetflix è sicuramente un esempio a cui ispirarsi. È stata creata da Netflix per accogliere la voce dei dipendenti, le esigenze dei candidati e la curiosità dei suoi follower. Sul sito WeAreNetflix ci sono ad esempio numerosi podcast con cui i dipendenti descrivono la loro esperienza professionale, c’è spazio per i contenuti con i quali si spiega ai candidati come avviene il processo di recruiting e di crescita. Su Instagram troviamo invece moltissime foto scattate dagli stessi dipendenti per far emergere l’unicità della loro creatività e la spontaneità dei momenti di lavoro. Altri brand a cui ispirarsi sono Spotify con la pagina Lifeatspotify, AdidasCareers e Adobelife.

La parola d’ordine per comunicare meglio è intrattenimento, perché quando desideriamo attrarre l’attenzione dei nostri interlocutori è bene ricordarsi che i competitor non sono le call aziendali e nemmeno le migliaia di newsletter. I nostri veri competitor sono Spotify, Instagram e Whatsapp.

Potrebbero interessarti anche:

Sound(PR)Talks: social media abuzz – Intervista con Lino Garbellini di Sound PR

Dal brand purpose al brand activism: time to act di Sound PR

Come valuti la tua agenzia di Relazioni Pubbliche? Al centro della soddisfazione del cliente c’è la cultura aziendale trasmessa dalla leadership di Bianchi Public Relations, Detroit, Michigan, USA

Condividilo su:

closing-skew

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Skewed-grey-square

SEI UN'AZIENDA?

SEI UN CANDIDATO?

SEI UN GIORNALISTA O UN BLOGGER?

Vuoi migliorare gli effetti della tua comunicazione e gli impatti sul tuo business?

Non aspettare. Contattaci ora.

Ho preso visione dell'Informativa privacy (riportata nel link in calce) fornita ai sensi dell'art. 13 del Regolamento (UE) n. 2016/679 relativa al trattamento dei miei dati personali da parte di Sound Public Relations Srl e, consapevolmente:


al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate.

Informativa Privacy

Sei intraprendente, proattivo, orientato ai risultati e cerchi un contesto in cui crescere e sviluppare i tuoi talenti?

Unisciti al nostro team. Consulta le posizioni aperte e inviaci il tuo CV.

Carica il tuo Curriculum Vitae (Max 1MB)


Ho preso visione dell'Informativa privacy (riportata nel link in calce) fornita ai sensi dell'art. 13 del Regolamento (UE) n. 2016/679 relativa al trattamento dei miei dati personali da parte di Sound Public Relations Srl e, consapevolmente:


al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate.

Informativa Privacy

Vuoi saperne di più su Sound PR e/o sui nostri clienti?

Non aspettare. Contattaci ora.

Ho preso visione dell'Informativa privacy (riportata nel link in calce) fornita ai sensi dell'art. 13 del Regolamento (UE) n. 2016/679 relativa al trattamento dei miei dati personali da parte di Sound Public Relations Srl e, consapevolmente:


al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate.

Informativa Privacy