fbpx
opening-skew

Torna indietro

masking

Comunicazione e marketing alla base dell’Impresa femminile

Il mondo dell’imprenditoria vira verso il rosa. Comunicazione e marketing in testa ai settori indicati come più strategici.

Nei giorni scorsi ho avuto il piacere di sedere al tavolo della comunicazione di “Impresa è Femminile” e l’opportunità di incontrare tante imprenditrici o aspiranti tali, dirigenti e libere pensatrici che si sono riunite per confrontarsi su ciò che accade dentro e fuori i muri dell’impresa. In tutte ho trovato un comune denominatore: la passione e la determinazione, la voglia di condividere e di mettersi in gioco, di apprendere e crescere professionalmente e non solo. Come evidenziato dalla ricerca, i cui risultati sono stati presentati durante il convegno, le donne che decidono di fare impresa crescono di anno in anno e i settori che le imprenditrici ritengono più strategici sono Comunicazione e Marketing, Cultura e Sostenibilità.

Se è vero che l’Impresa è femminile, si potrebbe dire altrettanto della comunicazione d’impresa, sebbene il suo linguaggio abbia attinto sino ad oggi ad un immaginario di stampo tipicamente maschile, legato a scenari bellici. Basti pensare a termini quali bombardamento mediatico, guerrilla marketing, campagna di comunicazione, etc. La capacità di entrare in risonanza, di stabilire relazioni empatiche – fattori sempre più importanti nella comunicazione, oggi  – è invece tipicamente femminile, o meglio, afferisce alla dimensione femminile dell’essere umano.

Ma procediamo con ordine. Da ciascun tavolo di lavoro sono emerse due parole chiave che si possono tradurre in raccomandazioni, indicatori di percorso, esigenze, criticità ed anche pratiche virtuose che possono essere d’aiuto alle donne che fanno o vogliono fare impresa.

Scopriamo insieme quali sono i due concetti pivot che sono emersi dal tavolo di confronto. Innanzitutto, le imprenditrici e professioniste di Terziario Donna concordano sul valore della condivisione in tutti gli ambiti in cui la vita di impresa si estrinseca. Quando si parla di comunicazione efficace, tuttavia, la condivisione strizza l’occhio alla contaminazione. Permettere il fluire di competenze e best practice oltre i silos concettuali, disciplinari e di settore è estremamente salutare per i brand e il contagio non solo è auspicabile, ma necessario. L’unico punto fermo dal quale non bisogna mai distogliere lo sguardo è lo scopo, il principio organizzatore attorno al quale si condensa la stessa ragione d’essere dell’impresa, ovvero la sua mission.

Le agenzie di relazioni pubbliche lavorano da tempo sulla Corporate Social Responsibility, termine che pur essendo entrato a far parte del linguaggio quotidiano delle imprese è ancora poco compreso nella sua vera essenza. Le persone non comprano ciò che l’impresa fa, ma perché lo fa, riconoscendole una forza trasformatrice e una ragione d’essere che va oltre il, seppur lecito, perseguimento del profitto. Le pubbliche relazioni sono una leva più che mai efficace per dare visibilità al valore intangibile dell’impresa che oggi è entrato a pieno titolo nella cosiddetta catena del valore, in sintonia con i principi di Agenda 2030.

La seconda parola chiave associata alla comunicazione è determinazione e, anche in questo caso, dobbiamo leggerla con una prospettiva di allargamento dello sguardo. Questo termine infatti non si limita a definire la costanza di impegno nel perseguire obiettivi a medio-lungo termine, bensì include la flessibilità e la capacità di adattamento nel breve periodo. Il termine Short-Termism è oggi molto in voga tra chi si occupa di marketing e comunicazione. Lo sviluppo della cultura digitale ci ha infatti abituati a credere che tutto sia raggiungibile nel giro di un istante. Ma l’evidenza ci mostra che i risultati a breve termine devono essere integrati in una visione di lungo periodo e di sviluppo sostenibile. Le imprese future-ready dovrebbero quindi essere improntate a quello che Paul Kempt-Robertson e Chris Barth, autori di “Ten steps to brand bravery”, definiscono come Agile Long-Termism, ovvero la capacità di non perdere di vista l’obiettivo finale e di pianificare di conseguenza, sapendosi adattare agli urti di percorso.

Come abbiamo visto, Comunicazione e Marketing, seguiti da Cultura e Sostenibilità sono in testa alla classifica degli “alleati” strategici dell’impresa secondo il parere delle donne che hanno partecipato al sondaggio. In sintesi, condividere, lasciarsi contaminare dalle idee e avere il coraggio di scoprire nuove opportunità al di fuori dei confini dell’ordinario, avere uno scopo di business ben definito e articolato, perseguirlo nel lungo periodo con agilità e flessibilità: questi tra i passi fondamentali per l’impresa che guarda al futuro con gli occhi delle donne.

Un ringraziamento speciale a:

Confcommercio – Gruppo Terziario Donna Milano Lodi Monza e Brianza
Fondazione Marisa Bellisario

GWPR Italia

Articolo di: Alessandra Malvermi

 

Condividilo su:

closing-skew

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Skewed-grey-square

SEI UN'AZIENDA?

SEI UN CANDIDATO?

SEI UN GIORNALISTA O UN BLOGGER?

Vuoi migliorare gli effetti della tua comunicazione e gli impatti sul tuo business?

Non aspettare. Contattaci ora.

Ho preso visione dell'Informativa privacy (riportata nel link in calce) fornita ai sensi dell'art. 13 del Regolamento (UE) n. 2016/679 relativa al trattamento dei miei dati personali da parte di Sound Public Relations Srl e, consapevolmente:


al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate.

Informativa Privacy

Sei intraprendente, proattivo, orientato ai risultati e cerchi un contesto in cui crescere e sviluppare i tuoi talenti?

Unisciti al nostro team. Consulta le posizioni aperte e inviaci il tuo CV.

Carica il tuo Curriculum Vitae (Max 1MB)


Ho preso visione dell'Informativa privacy (riportata nel link in calce) fornita ai sensi dell'art. 13 del Regolamento (UE) n. 2016/679 relativa al trattamento dei miei dati personali da parte di Sound Public Relations Srl e, consapevolmente:


al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate.

Informativa Privacy

Vuoi saperne di più su Sound PR e/o sui nostri clienti?

Non aspettare. Contattaci ora.

Ho preso visione dell'Informativa privacy (riportata nel link in calce) fornita ai sensi dell'art. 13 del Regolamento (UE) n. 2016/679 relativa al trattamento dei miei dati personali da parte di Sound Public Relations Srl e, consapevolmente:


al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate.

Informativa Privacy