fbpx
opening-skew

Torna indietro

masking

Contenuti vs Contatti – Il tira e molla dei social media

Non è necessario cercare a lungo tra i feed RSS per trovare una gran quantità di post sul crescente potere di Facebook e sull’adozione (o mancata adozione) di Google+. Poco tempo fa mi sono imbattuto in un post che parlava di come Facebook riguardi per lo più i “contatti” (ovvero le persone che si conoscono), mentre Google+ si concentri più sui contenuti (condivisione di interessi in comune): sono d’accordo con questa affermazione, ma non mi sento di poter dire che le due piattaforme siano state create per due scopi diversi. Preso come strumento della comunicazione e del marketing, questo dibattito non dovrebbe nascere come “contenuti vs contatti”, ma dovrebbe invece cercare di capire la sinergia che si può creare tra i due.

Un esempio personale: non ho mai sentito parlare dell’Adventure Journal finché non mi ci sono imbattuto in una ricerca su Twitter. Sono un tipo che ama l’aria aperta, e quindi ho particolarmente apprezzato i loro contenuti e ho dato un “Mi piace” su Facebook per ricevere i loro aggiornamenti. In questo caso non c’entravano i contatti, si trattava unicamente di contenuto.

D’altro canto, ho conosciuto molte persone e brand su Google+ grazie ai contenuti da loro postati, ma questo mi ha anche portato contatti importanti (incontri di persona, opportunità di business, ecc…).

I social media offrono ottime opportunità di trovare ed essere trovati, di creare e consumare. Non è tanto questione di quale piattaforma serva a cosa, quanto di come creiamo i contatti (clienti, amici, brand) grazie a contenuti interessanti (testi, dati, foto, video). Per riuscirci è necessario innanzitutto capire il proprio pubblico (dove può essere trovato e dove potrà trovarci, cosa vuole creare e cosa consumare). Quindi via, creiamo contenuti che permettano di essere trovati facilmente, di creare contatti e instaurare relazioni: si deve parlar con, non ai propri contatti.

Smettiamo di pensare ai contenuti e ai contatti come ad argomenti separati, bianco o nero: parliamo di come possono contribuire, insieme, a rendere i social media tanto efficienti quanto efficaci.

Autore: Jim Licko, Senior Director of Social Media and Digital Strategy presso GroundFloor Media, agenzia partner di Sound PR e affiliata al PRGN.

Condividilo su:

closing-skew

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Skewed-grey-square

SEI UN'AZIENDA?

SEI UN CANDIDATO?

SEI UN GIORNALISTA O UN BLOGGER?

Vuoi migliorare gli effetti della tua comunicazione e gli impatti sul tuo business?

Non aspettare. Contattaci ora.

Ho preso visione dell'Informativa privacy (riportata nel link in calce) fornita ai sensi dell'art. 13 del Regolamento (UE) n. 2016/679 relativa al trattamento dei miei dati personali da parte di Sound Public Relations Srl e, consapevolmente:


al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate.

Informativa Privacy

Sei intraprendente, proattivo, orientato ai risultati e cerchi un contesto in cui crescere e sviluppare i tuoi talenti?

Unisciti al nostro team. Consulta le posizioni aperte e inviaci il tuo CV.

Carica il tuo Curriculum Vitae (Max 1MB)


Ho preso visione dell'Informativa privacy (riportata nel link in calce) fornita ai sensi dell'art. 13 del Regolamento (UE) n. 2016/679 relativa al trattamento dei miei dati personali da parte di Sound Public Relations Srl e, consapevolmente:


al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate.

Informativa Privacy

Vuoi saperne di più su Sound PR e/o sui nostri clienti?

Non aspettare. Contattaci ora.

Ho preso visione dell'Informativa privacy (riportata nel link in calce) fornita ai sensi dell'art. 13 del Regolamento (UE) n. 2016/679 relativa al trattamento dei miei dati personali da parte di Sound Public Relations Srl e, consapevolmente:


al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate.

Informativa Privacy