di

In: Avira, News

Avira presenta il nuovo Avira Password Manager, sviluppato per semplificare la vita degli utenti mettendo ordine nella confusione delle password e dei dati di accesso agli account. Avira Password Manager è una soluzione che garantisce password più sicure, funzionalità di compilazione automatica più semplici per i dispositivi mobili e notifiche istantanee in caso di furto di dati personali: il tutto nel massimo rispetto della privacy.

Ricordare password sicure può essere un problema

A meno di non essere dei prodigi dotati di un’incredibile memoria per combinazioni casuali di numeri, lettere e simboli, gestire le password in modo efficace può rivelarsi un compito difficile. Il problema è che la maggior parte delle persone non riesce a ricordare svariate password che possano dirsi davvero sicure per gli account dei conti bancari, dei social media, ecc.

 Una cattiva gestione delle password comporta conseguenze ben più gravi di un post-it smarrito. Le password deboli e rubate sono responsabili dell’81% di tutti i furti di dati*. Sebbene le persone siano consapevoli che password deboli e già utilizzate possano renderci vulnerabili agli attacchi di “forza bruta” e di “credential stuffing” durante i quali gli hacker provano le combinazioni conosciute di nome utente e password, oltre il 60% degli utenti utilizza la stessa password su più account e sceglie combinazioni facili da indovinare.

I rischi per la sicurezza nascono dalla difficoltà di memorizzare password complesse.

I recenti dati raccolti da IBM Security mostrano che più è giovane l’utente, più è probabile che utilizzi un minor numero di password, spesso anche poco sicure.  Ad esempio, la giovanissima Generazione Z (18-24 anni) utilizza in media solo 5 password, ma soltanto il 39% si preoccupa di crearne una sicura composta da una combinazione di caratteri, simboli e maiuscole, e addirittura il 42% impiega la stessa per più account. Questa generazione “perennemente connessa” dovrebbe in realtà avere una maggiore consapevolezza a riguardo. Nella generazione più anziana (di età superiore ai 55 anni) si registra invece una media di 12 password utilizzate nella routine quotidiana. Quasi la metà di questa fascia di utenti si sforza di creare una chiave d’accesso complessa e solo il 31% dichiara di riutilizzare la stessa per i vari account.

«Ho 219 combinazioni di nomi utente e password che uso tutti i giorni per diversi siti web. Lavorando nel settore della sicurezza so quanto possa essere pericoloso usare la stessa combinazione o password semplici, dato che il nome utente è spesso lo stesso indirizzo email», ha dichiarato Travis Witteveen, CEO di Avira. «Un gestore di password efficace non solo mi assicura una combinazione unica, ma mi avverte anche se un sito è stato compromesso e se le mie credenziali possono essere a rischio. Da quando la nuova funzionalità di compilazione automatica è stata integrata in iOS, avere sempre con me le mie credenziali di accesso non è mai stato così facile, indipendentemente dal dispositivo che sto usando.»

Gestione delle password e non solo

«Un gestore di password dovrebbe fare molto di più che semplicemente ricordare le credenziali di accesso», ha dichiarato Tim Gaiser, direttore di Identity Protection in Avira. «Un buon password manager garantisce tre funzioni principali: mantiene tutte le password sicure e accessibili su tutti i miei dispositivi, si assume il compito di crearne di inattaccabili e ricordarle per tutti i miei account, infine mi tiene aggiornato sulla mia sicurezza online inviandomi suggerimenti e avvisi in caso di potenziali violazioni dei dati».

1. Una password da tenere al sicuro (e solo per sé)

Avira Password Manager richiede solo di impostare un’unica master password e poi si occupa di tutto il resto: importa le password esistenti, ne crea di nuove e sicure ed infine le sincronizza sui vari dispositivi.

L’utente è l’unica persona a conoscere la master password: nemmeno Avira può accedervi, chiaramente. Grazie alla verifica in due fasi per l’account Avira, le password sono ancora più protette.

2. Affidabilità costante grazie all’indicatore dello stato di sicurezza 

La nuova funzione Stato di sicurezza fornisce un quadro completo della sicurezza online, segnalando i tentativi di riutilizzo delle password e valutando queste ultime in base al livello di complessità e forza. Inoltre, invia un avviso automatico in caso di violazione degli account o di uso improprio delle password. Grazie all’approfondita conoscenza dei siti malevoli, l’utente viene avvisato prima che possa inserire i propri dati personali in un sito web violato o ingannevole.

3. Agire in sicurezza diventa facile

Avira Password Manager semplifica la sicurezza dell’utente raggruppando tutti gli account protetti da password in un’unica soluzione, indipendentemente dal fatto che vi si acceda dal PC o dallo smartphone. La funzione di compilazione automatica fa risparmiare tempo all’utente e riduce il numero di potenziali errori di inserimento dati, sia da smartphone che dal computer di casa. Trattandosi di una soluzione basata sul cloud, funziona con qualsiasi sistema operativo installato sul dispositivo: Android, iOS, MacOS o Windows. Tutte le modifiche apportate alle password salvate vengono automaticamente sincronizzate e rese accessibili ad altri dispositivi nella rete familiare. I dati dell’utente possono ora essere organizzati in tag. Oltre alle password, l’app garantisce anche che altri dati sensibili siano protetti, crittografati e accessibili, facilitando così l’operazione di login su altri siti web e applicazioni.

Come passare ad Avira Password Manager

La versione base di Avira Password Manager è completamente gratuita. Avira Password Manager Pro include una gamma più ampia di funzioni, come lo Stato di sicurezza. Gli utenti possono registrarsi o accedere alla dashboard online e scaricare la soluzione mobile e le estensioni del browser (necessarie per abilitare la compilazione automatica nei browser web) su https://www.avira.com/it/avira-password-manager.

(*) Relazione Verizon del 2017 sulla violazione dei dati